Articoli con tag: uomini acidificati da donne

Uno dei tanti uomini sfigurati da donne con l’acido

Uno dei tanti uomini sfigurati da donne con l'acido

Pubblicato su facebook:Antifemminismo il 21 settembre 2013

Si è riguadagnato la sua vita e anche l’amore William Pezzullo, 27 anni, l’uomo sfregiato esattamente un anno fa dalla sua ex, Elena Perotti, che con l’aiuto dell’amico Dario Bertelli, buttafuori, aveva organizzato l’aggressione per punirlo di averla lasciata e di non aver riconosciuto il bambino di cui lei era incinta. “Io non mi arrendo”, dice lui oggi, semicieco e con il viso pieno di cicatrici.

Quella notte maledetta, Elena gettò in faccia a William una secchiata di acido solforico comprato al supermercato, per dargli una lezione. Oggi il giovane porta in faccia i segni di quell’odio: tante cicatrici, l’occhio destro completamente cieco, il sinistro che vede ancora sì, ma pochissimo. La sua storia un anno dopo la racconta “Il Giorno”, che descrive la sua vita a Travagliato, in provincia di Brescia, con mamma Fiorella, che ha venduto il suo bar per pagare le cure al suo ragazzone. “Elena? Non ce l’ho con lei – assicura Willy -. Siamo stati insieme sei mesi. E’ finita perché raccontava bugie e il suo era un amore malato. Era così gelosa che mi tagliava le gomme dell’auto. Una volta mi ha persino chiuso in casa e sono dovuto scappare dalla finestra. Quel figlio non era mio”.

“La mia vita dopo l’acido” – Dopo l’aggressione di quella notte, per cui Elena è stata condannata a dieci anni di carcere, William è stato per mesi a un passo dalla morte. E poi cure, terapie, riabilitazione, innesti, docce sterili, sempre alla ricerca di qualcuno che possa fare qualcosa di più, qualcosa di meglio. “William è stato due mesi e mezzo in Terapia intensiva a Genova – ricorda la mamma -. Poi ha subito undici interventi”, l’ultimo a Monza, al collo. Adesso madre e figlio stanno pensando di chiedere aiuto a un luminare di Londra che guarisce le pakistane sfregiate. E intanto William passa il tempo a seguire le cure e i programmi riabilitativi, a guardare la tv, per quello che riesce a vedere, e a fare cyclette, l’unico sport che gli è possibile praticare. Anche se… “Io sono per la boxe e i pesi. Ma ricominciare la palestra è rischioso, potrei strapparmi i muscoli già lesionati”.

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/lombardia/articoli/1118556/william-io-sfregiato-dall-acido-vado-avanti-.shtml

****
Commento di AntiFemminismo:
La donna che ha sfregiato questo uomo, è stata sì condannata ma non è in carcere, come al solito, perchè è donna. Sul fatto che la vittima dice di non avercela con la sua carnefice, pur apprezzando questo comportamento magnanimo, è sintomo di una certa arrendevolezza maschile nei confronti delle violenze femminili, non ci risulta che gli uomini autori di violenza contro donne, anche molto meno gravi rispetto alla violenza atroce che ha subito quest uomo, vengano perdonati, anzi per quest’ ultimi la stragrande maggioranza delle persone auspica le peggiori pene(castrazione,vivisezione, morte, squartamento, rogo, etc) per essi. Ovviamente noi antifemministi siamo contro queste pene così crudeli, tanto gli uomini quanto per le donne. Siamo per la Giustizia e il Diritto. A differenza delle femministe e della maggior parte della gente.

***********

Obiezione di un lettore:

SI è una goccia…. calcolando quante donne vengono sfregiate con l’acido

Replica di AntiFemminismo:

Ti permetti di sminuire questa atroce vicenda parlando di “goccia”, eppure negli ultimi 3 mesi, in Italia, altri 3 uomini sono stati acidificati in faccia,quindi in totale 4, mentre non risulta sempre in Italia e sempre nello stesso periodo che ci siano state 4 donne acidificate, ma solo di quell’ episodio di cui i Tg e stanno parlando tutti i giorni. Questo è lo sporco trucco mediatico: parlare solo di violenza subite da donne e non anche di quelle commesse da donne, per far credere che che le donne possono essere solo vittime mentre gli uomini solo aggressori.

Categorie: Uncategorized | Tag: , | Lascia un commento

Blog su WordPress.com.