Articoli con tag: sessualità

Un’ altra balla antimaschile e filofemminista, di chiara estrazione Darwiniana, è quella che afferma che mentre le donne sono tendenzialmente “monogame” gli uomini sono tendenzialmente “poligami”, cioè in parole povere: gli uomini tendono a tradire, le donne invece sono “santarelline” fedeli. Ma la realtà è ben diversa.
Cioè, chiediamo: ma se le donne sono così santarelline e fedeli, mentre gli uomini così fedifraghi, come mai allora ben il 20% dei figli è frutto di relazioni ADULTERE della MADRE?
Quindi questo significa che come MINIMO il 20% delle donne commette adulterio contro il marito. Diciamo come “minimo”, perchè come è ovvio la maggior parte dei rapporti sessuali al di fuori del matrimonio,avviene in modo “protetto”, cioè con anticoncezionali vari e preservativi che come tali impediscono un concepimento. Quindi questo 20% di figli nati da relazioni adultere femminili, benchè già di per sè elevato e intollerabile,rappresenta una percentuale ancora più piccola della percentuale di adulteri femminili totali. Altro che “monogame ” e “fedeli”. Ecco i drammatici risultati del Femminismo che ha insegnato alle donne a tradire e lasciare i mariti(queste cose ovviamente succedevano anche prima del femminismo, ma non come oggi).

Questa falsa credenza dell’ uomo “poligamo” deriva anche dal fatto che il desiderio sessuale maschile è più “spinto” di quello femminile,quindi se ne deduce che gli uomini tradiscano di più delle donne. Ma questo è solo un Sillogismo Aristotelico che non tiene conto del fatto che al desiderio sessuale di un uomo di accoppiarsi sessualmente con una determinata donna non corrisponde necessariamente un rapporto sessuale,anzi nella maggior parte delle volte non corrisponde affatto, in quanto la sessualità femminile è per natura molto SELETTIVA(non diciamo che questo sia sbagliato o giusto, è NATURA, punto.). Questo significa che una donna può pure sposare un uomo “normale” , sì, ma invece per una semplice avventura sessuale, dove come è noto non contano i sentimenti e le qualità “interiori”(intelligenza, personalità) nè eventuali soldi, ma solo o in gran parte l’ aspetto esteriore, sceglie solo un “maschio alfa”, cioè un uomo di aspetto fisico considerato(a torto o a ragione) superiore alla media(a meno che lei non sia proprio brutta,e quindi in tal caso deve “accontentarsi” per molto di meno). Cioè una minoranza esigua di uomini. Al contrario invece di un uomo medio(cioè non quello Alfaa) che invece per via del fatto che passa sotto questa “selezione”-e anche per via del fatto che mediamente ha un desiderio sessuale maggiore rispetto alla donna- tende ad “accontentarsi” per molto di meno, cioè è meno selettivo. La donna(a meno che non sia proprio brutta) ha quindi un certo “potere sessuale” che l’ uomo medio(cioè non Alfa) non ha, questo significa se le viene il desiderio di avere un rapporto sessuale, e manifesta esplicitamente questo desiderio,troverà quasi(è un quasi meramente formale) al 100% un uomo disposto a fare sesso con lei, mentre a parti invertite è molto più difficile(difficile, non impossibile, sia chiaro), a meno che l’ uomo in questione non sia un Alfa.E’ evidente quindi come un uomo “normale” abbia poche(poche, ma non nulle, sia chiaro) possibilità di riuscire a tradire la moglie, a prescindere da suoi eventuali desideri adulteri, a meno che non scelga di andare da una prostituta.

A proposito di uomini sposati che vanno con prostitute, ci si obietterà facendoci notare che anche questo è adulterio, un adulterio maschile. Certo che lo è, e non si può negare. Ma se un uomo sposato prende la decisione estrema di pagare una prostituta,questo è spesso(non sempre, ovvio) dovuto al fatto che la moglie non gli si concede(magari dietro la scusa onnipresente dei “mal di testa”), e quando non gli si concede significa spesso(non sempre)che-a meno che non abbia una malattia o una affezione ginecologica- è già “sazia” sessualmente per via di avventure extraconiugali, quindi in questi casi il marito sceglie di andare dalla prostituta a seguito di adulteri subiti(a prescindere dal fatto se lui ne sia consapevole o meno) e quindi, di conseguenza,a seguito di un diritto negatogli dalla moglie, cioè il sesso( ovviamente anche una moglie ha il diritto di ottenere sesso dal marito). Allora ci si potrebbe obiettare a sua volta che anche una donna che tradisce il marito spesso lo faccia a seguito di adulteri subiti e quindi dal fatto che il marito non le si conceda: certo, in taluni casi è possibile che avvenga per questo, ma statisticamente parlando è molto più difficile che un uomo non si conceda sessualmente ad una donna che non viceversa, per i motivi descritti prima(desiderio sessuale maschile maggiore, maggiore selettività femminile, ecc).

In conclusione,alla luce di tutte queste considerazioni, io penso che l’ adulterio sia molto più praticato dalle donne che non dagli uomini, per via del “potere sessuale” femminile. Quello che è CERTO, però, è che riguarda entrambi i sessi, cioè anche(e soprattutto, direi) le donne, e quindi sarebbe bene che la si smettesse una volta per tutte con questa balla femminista e darwiniana che afferma che gli uomini sono tendenzialmente adulteri mentre le donne fedeli e pure. Il tradimento e la fedeltà non hanno sesso.

Annunci
Categorie: Uncategorized | Tag: , , | Lascia un commento

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.