Articoli con tag: lavoro domestico

Così, tipo come nella foto, i Media, le Istituzioni e i benpensanti sono soliti ridicolizzare e denigrare l’ uomo medio, descrivendolo oltre che come un “oppressore” e “privilegiato” anche come uno scansafatiche pantofolaio che non fa nulla dalla mattina alla sera(se non guardare il calcio e la gnocca), mentre la moglie deve provvedere tutto lei a casa. Anche la ministressa Fornero qualche anno fa tirò le orecchie agli uomini descrivendoli come dei scansafatiche(da che pulpito!) invitandoli quindi “a fare di più”.

Ma davvero gli uomini si occupano di meno in casa rispetto alla donna? Potrebbe anche essere-e comunque non c’è nessuna prova che lo attesti, anzi-, ma ammettiamo(per ipotesi e senza concessioni) che sia così, a parte il fatto che questo non autorizza a ridicolizzare e sminuire gli uomini, ci sarebbe un valido motivo per cui gli uomini si occupino(congiuntivo, quindi nulla di certo) di meno della casa rispetto alla donna.E qual è?

Il motivo è semplice: gli uomini,rispetto alle donne, mediamente, occupano più tempo fuori casa per lavoro(basti pensare le tante famiglie in cui solo lui lavora, oppure anche quelle in cui pur se entrambi lavorano, lui svolge lavori che lo tengono fuori molto di più di della moglie), e inoltre svolgono i lavori più duri e rischiosi e usuranti rispetto alle donne(infatti il 98% dei morti sul lavoro), quindi è assolutamente LOGICO che abbiano meno tempo e risorse, rispetto alle donne, per occuparsi della casa.

Ma, ripetiamo, non c’è nessuna prova che l’ uomo si occupi di meno della casa rispetto alla donna. Forse in passato, ma oggi è tutt’ altro che certo. L’ unica cosa certa è che anche in casa l’ uomo svolge le mansioni più dure e rischiose: se c’è da mettere mani su fili elettrici, arrampicarsi su soffitti, spostare mobili, tagliare piante,alberi, fare il prato, ecc, tocca quasi sempre al marito.

Tra l’ altro le ricerche sugli incidenti domestici parlano chiaro, la maggior parte dei morti in incidenti domestici sono maschili:
https://drive.google.com/folderview… (le donne sono in maggioranza solo dopo gli 80 anni. E grazie al cavolo: una donna ultraottantenne è nella maggior parte dei casi una vedova).

Quindi cosa c’è di vero in questa rappresentazione nella foto? Nulla, solo luoghi comuni anti-uomo. Certo ci possono anche essere uomini scansafatiche che delegano tutto alla moglie, ma sono eccezioni, e comunque ci sono anche tante mogli, e quindi non eccezioni, che mentre i mariti si fanno un sedere così al lavoro, passano il loro tempo dal parrucchiere, dall’ estetista, a perdere il tempo su facebook(magari a rimorchiare qualche ragazzone) e con riviste frivole.Ovviamente è sbagliato generalizzare su tutte le donne. Ma che penserebbero i benpensanti se si generalizzasse sulle donne descrivendole tutte così? Penserebbero male, ovviamente. E allora perchè generalizzare contro gli uomini, tra l’ altro per molto di meno??

Intanto in forza di perverso luogocomune antimaschile, gli uomini vanno in pensione 5 anni più tardi nonostante abbiano una vita media di 7 anni minore delle donne(e non per natura, ma perchè su di loro ricadono i maggiori oneri sociali che come tali si ripercuotono sulla salute e sulla “pelle”).

E gli uomini che fanno? Nulla, tacciono.

xblog.jpg

Annunci
Categorie: Uncategorized | Tag: , | Lascia un commento

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.