Articoli con tag: guerra tra i sessi

Immagine

Pubblicato su Facebook: AntiFemminismo il 1 ottobre 2013

Guardate questa foto di questa iniziativa Istituzionale sulle donne fuori al Parlamento: vediamo ragazzi a cui viene fatta indossare una maglietta con su scritto: “Io rispetto”, mentre alla ragazze una maglietta con su scritto: “Io valgo”. In questa aberrazione descritta nella foto, il rispetto e il valore non sono più reciproci e non sono più indipendenti da questioni legate al sesso d’appartenenza: la donna in quanto donna “vale”, mentre l’ uomo in quanto uomo deve “rispetto” alla donna.

Insomma si parte dall’ insano presupposto femminista che tutte le donne rispettano gli uomini(=TUTTE le donne sono buone e oneste) o che comunque gli uomini non sono degni di rispetto da parte delle donne, e che quindi ogni donna solo perchè donna ha “valore”, e che le è dovuto ogni rispetto solo perchè donna, e senza che a sua volta sia tenuta a rispettare gli uomini(e invece il rispetto è reciproco: per riceverlo bisogna anche darlo).

L’ indottrinamento culturale filo-femminista che fa vedere l’ umanità divisa in due in oppressori e “oppresse” a seconda del sesso, non parte solo dai Media(con le martellante propaganda sul “femminicidio” e la “violenza contro le donne”) ma inizia sin dalle scuole dell’ obbligo, e infatti iniziative sulla “violenza contro le donne”(ma la violenza non si dovrebbe condannare a prescindere dal sesso dell’a vittima e dell’ aggressore?) ormai fanno parte dei programmi scolastici: ai bambini e ai ragazzi viene spiegato che la donne sono vittime , mentre gli uomini sono potenziali oppressori di donne e che quindi per non essere oppressori devono “dissociarsi” , “prendere le distanze”, perchè “la violenza sulle donne è un problema degli uomini”, perchè “un omicidio contro una donna vede un solo colpevole ma milioni e milioni di responsabili”(cioè gli uomini in generale), e tanti altri orribili slogan “educativi” simili.

Questo indottrinamento è ancora più devastante, perchè questa(cioè infanzia e adolescenza) è l’età in cui un essere umano è più portato ad assimilare l’educazione e gli insegnamenti, quindi i ragazzi e le ragazze vengono plasmati/e e quindi fatti crescere secondo questo schema prima descritto: donne vittime, mentre gli uomini colpevoli o potenzialmente tali, con tutte le evidenti conseguenze sociali. I Media fanno il resto,cioè consolidare questa “educazione” impartita agli scolari oltre che a “rieducare” gli adulti(visto che gli adulti non vanno a scuola). I Politici fanno leggi che si adeguano a questo schema e mentalità, al fine del consenso elettorale(specie tra l’elettorato femminile). E i giudici le applicano oppure le “interpretano” secondo questo schema.

Questo si chiama separatismo, guerra tra i sessi, “lotta di classe” applicata non alle classi sociali ma ai sessi(non più lotta del “proletariato” contro il “padronato” ma lotta del genere femminile “oppresso” contro genere maschile “oppressore”)ed è alla base della distruzione della Famiglia naturale, perchè alle donne viene insegnato, di fatto, ad avere scarsa fiducia negli uomini(e come potrebbero mai avere fiducia negli uomini se i Media e le scuole parlano di “oppressione maschile contro le donne”, che la “prima causa di morte delle donne” sono gli uomini, che “14 milioni di donne in Italia vengono stuprate”, che “la famiglia è il luogo più pericoloso per le donne” etc, questo è vero e proprio terrorismo psicologico di massa contro le donne con la scusa di difenderle)

Nessuna “cospirazione”, quindi. E’ fatto tutto alla luce del sole, con la gente che dorme(“Il sonno della ragione genera mostri”) e non si rende conto. Quando si sveglierà, perchè toccata personalmente, sarà troppo tardi.

A tutti coloro che a parole e a chiacchiere dicono di essere per la famiglia naturale: SVEGLIATEVI!!

Annunci
Categorie: Uncategorized | Tag: | 1 commento

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.