Articoli con tag: femminismo grammaticale

AntiFemminismo
Pubblicato il 24 aprile 2014
Le femministe definiscono “sessista” il termine “troia” nei confronti di donne dalla vita sessuale “disinibita”, ma ignorano da ignoranti qual sono che il termine “troia” essendo sinonimo di “scrofa”(cioè la femmina del maiale), ha la STESSA VALENZA del termine “porco”(maiale maschio) usato in riferimento agli uomini a cui piace molto il sesso e le belle donne. Pertanto alla luce di ciò, ci chiediamo perchè il termine “troia” debba essere considerato “sessista”, mentre il termine “porco” no. I soliti due pesi e due misure del femminismo.
http://www.grandidizionari.it/Dizionario_Italiano/parola/t/troia.aspx?query=troia
Annunci
Categorie: Uncategorized | Tag: , | Lascia un commento

Ecco qua. Il Femminismo entra anche nella grammatica italiana. L’ unica parte dove ancora mancava. L’ Accademia della Crusca(la massima “autorità” della lingua italiana) auspica l’uso del genere grammaticale femminile nei casi di qualifiche pubbliche o professionali, invitando Media, scuole e cultura a praticare questa “grammatica della parità”. Da oggi non si dovrà più dire “avvocatessa” ma “avvocata”, non più “ingegnere”(riferito ad una donna) ma “ingegnera”, e così via. Ovviamente l’ Accademia della Crusca( e con essa tutto il ciarpame femminista annesso e connesso) fa finta di ignorare che ci sono anche tanti nomi di qualifiche professionali che finiscono in “a”(cioè al femminile), ad esempio “pilota”, “psicoterapeuta”, “psichiatra”,e addirittura il termine “guarda giurata” non solo finisce in “a” ma addirittura necessita dell’ articolo determinativo femminile(“la”) anche quando è riferito ad un uomo(tra l’ altro, le guardie giurate sono composte quasi tutte al maschile). Se l’ Accademia della Crusca fosse coerente ed onesta dovrebbe invitare anche a dire “il piloto”, il “guardio giurato”, e così via, in riferimento ad uomini. Ma ovviamente non lo farà. La “parità” a senso unico.

Ma un’ altra questione ancora più grave è questa: la maggior parte del popolo italiano è semianalfabeta, infatti ignora la grammatica e quindi la viola regolarmente e sistematicamente: interi tempi verbali trascurati, pronomi sbagliati, nonché l’ uso e abuso sconsiderato di termini inglesi, e tanto altro ancora. Di fronte a questa deriva della lingua italiana, l’ Accademia della Crusca tace e acconsente perché secondo essa la lingua “non va imbrigliata”, e quindi si rifiuta di invitare i Media ad usare la lingua italiana in modo più appropriato, e gli insegnanti di italiano a fare meglio il loro dovere. Invece per queste cavolate inutili ed ideologizzate, si mobilita e si applica con grande decisione ed energia.

questo è l’articolo dove si parla di questo argomento:http://27esimaora.corriere.it/articolo/professora-e-sindacala-grammatica-della-parita/

Categorie: Uncategorized | Tag: | 1 commento

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.