Articoli con tag: discriminazione

Incendio del traghetto Norman Atlantic di alcuni mesi fa: i morti e i dispersi sono stati tutti maschi, perchè i soccorritori(per loro stessa ammissione) diedero la precedenza alle femmine a scapito dei maschi. Questo è violenza di Genere, contro gli uomini in quanto uomini, insomma un Maschicidio. Già conosciamo tutte le più miserabili e meschine argomentazioni per giustificare questo scempio,ad esempio che le donne “garantiscono la continuità della specie”. Si usi pure questa argomentazione, la sostanza non cambia: per lo Stato e la Società,la vita degli uomini vale di meno rispetto a quella delle donne.
Ho sentito parlare i familiari delle vittime e loro legali : accusano giustamente la gestione,ma nessuno di essi ha posto la questione sul fatto che i loro cari ed assistiti sono stati lasciati morire solo perchè nati con il pisello in mezzo alle gambe. Come si vede, il Femminismo è diventato così invasivo e dominante che si è normalizzato al punto che anche le sue vittime non riconoscono di esserne vittime.

Annunci
Categorie: Uncategorized | Tag: , | Lascia un commento

AntiFemminismo
Pubblicato il 1 settembre
Madre uccide figlio a sassate, il Corriere titola: «Patrick, folle atto d’amore estremo di una mamma senza più speranze».

Padre uccide figlia a coltellate, il Corriere titola: «Lo psichiatra: «Il raptus non esiste e vi dico perché sono malvagi»».

«I tribunali trattano in modo diverso padri e madri che hanno ucciso i loro figli in tutte le fasi del processo, secondo il presupposto che “gli uomini[che uccidono] sono cattivi e normali, le donne[che uccidono] sono matte ed anormali”. Le donne hanno minori probabilità di venire processate, e predominantemente evitano la galera venendo sottoposte a cure psichiatriche. Gli uomini ricevono sentenze normali e vengono incarcerati»

[Ania Wilczunski, “Mad or Bad? Child-Killers, Gender and the Courts”, British Journal of Criminology 37 (1997) 419]

Categorie: Uncategorized | Tag: , | Lascia un commento

AntiFemminismo
Pubblicato il 5 settembre 2014
Il ragionamento “doppio” dell’ individuo medio:

Caso a) Lui uccide lei perchè tradito.
Reazione:” Lui era un maschilista che non accettava che sua moglie avesse relazioni con altre persone. La donna ha diritto di fare sesso quando vuole, come vuole e con chi vuole.E poi l’ infedeltà non è tradimento ma libertà sessuale della donna .Basta con questi moralismi, non siamo mica fermi all’ 800″

Caso b) Lei uccide lui perchè tradita.
Reazione: “Eh, ma ricorda che lui l’ha tradita, e il tradimento coniugale è sempre una cosa riprovevole. Prima di giudicare , bisogna mettersi nei panni di questa donna tradita”.

Moralismo a senso alterno ai tempi del Femminismo.

Categorie: Uncategorized | Tag: , , | 2 commenti

Blog su WordPress.com.