Articoli con tag: bufala gap salariale

Ecco la Dinamica delle bugie femministe sulla fantomatica “disparità salariale” tra uomini e donne.

Facciamo un esempio: prendiamo due Categorie, chiamiamole X e Y, ognuna delle quali è composta da 6 individui( ognuno con un lavoro diverso), chiamiamoli A,B,C,D,E, F per la categoria X, mentre G,H,I,L,M,N per la categoria Y. Prendiamo gli stipendi degli individui(ognuno ha un lavoro diverso) delle due categorie. Facciamo, per esempio: A=100, B=60, C=8, D=3, E=2,F=1, per la categoria X. Facciamo: G=60, H=40, I=20, L=10,M=5,N=3, per la categoria Y. Facciamo ora la Media degli stipendi per entrambe le categorie: Categoria X=(100+60+8+3+2+1)/6=29. Categoria Y=(60+40+20+10+5+3)/6=23. Quindi, siccome 29 è maggiore di 23, stando ai “ragionamenti” della propaganda femminista-mediatica-governativa, dovremmo concludere che tutti membri della categoria X siano più ricchi e guadagnino di più a ” parità di lavoro” rispetto ai membri della categoria Y. In poche parole, C=8, D=3, E=3, F=1, stando al loro ragionamento, sono più “ricchi” di G=60, H=40, I=20 e L=10, nonostante invece abbiano uno stipendio minore. Quindi le diversità di stipendi di ognuno scompaiono e si appiattiscono e uniformano alla Media delle relative due categorie.
Ed è così, quindi, che si fabbrica ad arte la leggenda metropolitana della “disparità salariale” tra uomini e donne.

Per Televisione e nei tanti manifesti in luoghi pubblici, starete sicuramente vedendo questa tempesta di pubblicità “progresso”(ah, Orwel!) che affermano che gli uomini “guadagnano” il 30% in più “a parità di lavoro”, ecco questa affermazione falsa si basa proprio sul procedimento visto sopra a riguardo delle categorie X e Y, cioè su una mera e generica media aritmetica globale tra tutti gli stipendi di uomini e di donne, e quindi non a parità di lavoro, di mansione, di ruolo, di orario lavorativo(compresi straordinari e orari notturni), di anni di servizio, di merito, eccetera, eccetera.

CONDIVIDETE E FATE CONDIVIDERE, URGENTEMENTE! E POI STAMPATE QUESTO POST. SE NON LO FATE, SARETE COMPLICI DI QUESTA MISTIFICAZIONE.

Categorie: Uncategorized | Tag: | Lascia un commento

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.